Il ruolo dell’hip-hop nella Germania Est

Un nuovo libro di Leonard Schmieding analizza i modi in cui la cultura hip-hop penetrò e si diffuse nella Germania Est tra i primi anni Ottanta e la caduta del muro di Berlino. Il titolo del libro, Das ist unsere Party (Questa è la nostra festa/Questo è il nostro partito), è basato sul doppio significato di “party”: la diffusione dell’hip-hop dava luogo a una festa per i giovani tedeschi orientali, ma diffondeva anche un’idea alternativa del sistema politico. Come negli Stati Uniti, anche in Germania Est l’hip-hop si caratterizzò come controcultura. Non costituiva solo una sfida nei confronti delle strutture repressive dello stato, ma anche nei confronti della cultura ufficiale: le strutture giovanili del partito socialista rifiutavano l’hip-hop. Il libro di Schmieding mostra come la diffusione dell’hip-hop contribuì a creare dei nuovi spazi di libertà nella Germania Est e ad accentuare la distanza tra il regime e le giovani generazioni.

Leonard Schmieding è ricercatore presso l’Istituto storico tedesco a Washington. Das ist unsere Party è il suo primo libro ed è tratto dalla sua tesi di dottorato.

The Only Way fu il pezzo di maggior successo di The Electric Beat Crew, il principale gruppo hip-hop della Germania Est. Il loro album di esordio fu il primo e unico disco hip-hop in inglese pubblicato nel paese.

Annunci