Perché Cina e Giappone litigano da 120 anni

Jim Holmes su Foreign Policy traccia le origini storiche delle tensioni che continuano a caratterizzare il rapporto tra Cina e Giappone. Holmes interpreta le recenti tensioni come una conseguenza del desiderio cinese di mettere in discussione gli equilibri determinati dalla guerra cino-giapponese del 1894-1895: è dal 1895 che «l’obiettivo della politica estera cinese è rovesciare i risultati della guerra, mentre l’obiettivo della politica estera giapponese è di confermarli».

Grazie alla vittoria ottenuta nella guerra, il Giappone conquistò una serie di isole e territori che appartevano alla Cina e affermò la propria supremazia marittima e militare in Estremo Oriente. Le tensioni attuali riguardano principalmente delle piccole isole contese, relativamente marginali dal punto di vista strategico ed economico: quello che è in gioco è soprattutto il rispettivo onore nazionale e l’affermazione della propria supremazia politica nella regione.

Fonte dell’immagine: Wikimedia Commons

Annunci

Un pensiero su “Perché Cina e Giappone litigano da 120 anni”

I commenti sono chiusi.