L’eredità della guerra civile americana

Anche se la guerra civile americana si concluse 150 anni fa, la sua eredità è ancora molto attuale. Non si tratta solo di commemorazioni, studi e sopravvivenze nella cultura popolare: gli stati che fecero parte della Confederazione del Sud durante la guerra sono ancora oggi parecchio diversi dagli altri stati americani. Secondo un articolo dell’Economist, il Sud «rimane una regione a sé stante, dalla camera da letto alla cabina elettorale».

Rispetto ai rimanenti stati americani, gli stati del Sud sono più conservatori e votano più spesso per i repubblicani. Tuttavia, l’integrazione razziale funziona meglio al Sud che altrove: più integrazione nelle scuole, più matrimoni misti, meno casi di violenza tra poliziotti bianchi e cittadini neri.

Secondo l’Economist, la ragione principale di questa differenza va ricercata nella diversa cultura religiosa degli stati del Nord e di quelli del Sud. Tra fine Ottocento e inizio Novecento, le Chiese presenti nelle regioni settentrionali degli USA dovettero aprirsi, in modo da andare incontro all’afflusso in massa di immigrati da molti paesi diversi. Nelle regioni meridionali l’immigrazione invece fu molto minore, e le Chiese rimasero così molto più tradizionaliste e conservatrici. Gli abitanti del Sud rimangono tutt’oggi molto praticanti, e i movimenti religiosi conservatori esercitano un’importante influenza anche a livello politico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...