Angelo Sommer e Caporetto

 

 

A cento anni dalla disfatta di Caporetto, la disfatta per antonomasia nel nostro paese, sono stati scritti molti articoli su quella battaglia – anche se forse, proprio perché è il centenario di una sconfitta, come anniversario è passato un po’ in secondo piano. Due anni fa le celebrazioni per i cento anni dell’ingresso dell’Italia nella prima guerra mondiale avevano invece a volte avuto toni eccessivamente retorici. Quell’eccesso aveva un po’ espulso dalle celebrazioni la realtà storica dei fatti e le vite dei soldati in quegli anni.

Per questo in una puntata un po’ particolare di Storia dal Jukebox, ripercorriamo la vita di Angelo Sòmmer, un giovane ufficiale arrivato al fronte poco prima dello sfondamento, che visse la ritirata, la nuova linea del fronte sul Piave e poi la vittoria. Sommer è un padovano del ceto medio e la sua figura riesce a scardinare molti stereotipi sui soldati di quegli anni. Il suo diario, come dice Lisa Bregantin nell’intervista, è fresco, rimanda a un’esperienza reale di vita vissuta.

Imbevuto dei valori del ceto medio dei primi anni del ‘900, Sommer è patriottico, disprezza il disonore di soldati che si lasciano andare allo sbando durante la ritirata, eppure non è mai chiuso mentalmente, riconosce e si oppone alle scelte più stupide degli ufficiali di grado maggiore, sa interagire coi suoi uomini senza caricarli di ordini insensati. Sa anche ribellarsi in alcuni casi a una gerarchia che in alcuni casi era esasperante. Fu membro degli arditi e nazionalista, partecipò alla spedizione fiumana ma non divenne fascista – anzi si schierò contro il regime, seppur non in maniera plateale, e pagò le conseguenze delle leggi razziali essendo di origini ebraiche.

Angelo Sommer nel suo diario, che nel podcast viene ripercorso con alcune tappe significative, rimanda a un’esperienza di uomini che combatterono, persone coi propri difetti fuori dagli stereotipi retorici nei quali sono stati infilati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...